Tecnologia, fai da te, tutorial, elettronica, computer, software, elettrodomestici, smartphone e molto altro
Tecnologia, fai da te, tutorial, elettronica, computer, software, elettrodomestici, smartphone e molto altro

Come Recuperare un vecchio PC

[Hardware] – Come ripristinare un PC lento e datato

 

Sicuramente molti di voi si saranno chiesti come recuperare un vecchio PC, datato, con hardware obsoleto e poco performante…

Di certo non si riusciranno a fare miracoli.. ma con qualche piccolo accorgimento.. un’eventuale sostituzione di alcuni componenti, ed un buon sistema operativo, i vecchi pc possono tornare in perfetta forma per poter essere utilizzati come “download station”, come media center, o semplicemente per navigare su internet.

 

  • Partiamo dall’ Hardware:

Se avete una memoria RAM di almeno 1 GB potete andare direttamente al punto 2.

  1. Supponendo che il computer sia comunque funzionante, ma abbia una memoria RAM inferiore ad 1 GB, il mio consiglio è quello di aumentarla, anche se potrebbero essere sufficienti 512 Mb. Solitamente, anche se l’hardware è datato, è comunque reperibile in rete (anche usata), o meglio, nelle fiere dell’elettronica, che ormai sono consolidate in tutta italia. Naturalmente è necessario verificare prima dell’acquisto quale tipo di memoria sia compatibile sulla vostra scheda madre. Il metodo più facile per risalire a tale informazione è quello di consultare il manuale della scheda madre, se non l’avete in formato cartaceo è facilmente reperibile sul sito della casa produttrice.. o comunque effettuando una ricerca su google.

  2. Una sostituzione che potrebbe fare (quasi) miracoli, potrebbe essere quella di aggiungere un disco SSD, (solid state drive) ovvero una memoria allo stato solido vista dal computer come un hard disk meccanico.. ma molto, molto più performante! Il problema purtroppo è che di norma i computer più datati possiedono ancora le connessioni tra le periferiche di tipo IDE. Gli attuali SSD invece sono tutti SATA. Nel caso siate fortunati ad avere un pc con la connessione “già” di tipo SATA, la sostituzione è molto semplice, in alternativa esistono in commercio anche degli adattatori SATA-IDE che potrebbero fare al caso vostro per questo tipo di applicazione.

La sostituzione del disco comunque non è fondamentale.. ma garantirebbe uno “sprint” non indifferente al vostro vecchio PC! L’aggiornamento della parte hardware a questo punto può considerarsi già conclusa.. (sostituire processore, ulteriori periferiche o scheda madre non sarebbe conveniente)

  •  Passiamo ora alla parte Software:

Un buon sistema operativo, leggero e funzionale, è quello che ci serve!

Se abbiamo l’esigenza di utilizzare il nostro PC senza “smanettarci” troppo, l’orientamento verso un sistema windows risulta quasi obbligato.

In alternativa esistono ottime soluzioni Linux che potrebbero letteralmente far resuscitare il vostro vecchio hardware, ma purtroppo, spesso sono alleggerite all’estremo, e l’installazione dei relativi driver risulta alquanto macchinosa. Senza contare che alcune schede madri poco commercializzate non sono supportate al cento percento, e vengono utilizzati driver generici che peggiorano la situazione rispetto ad un’installazione windows. In sostanza, linux è un’ottima soluzione, ma consigliata agli “smanettoni”.

Cito alcune distribuzioni leggere che ho provato personalmente, tutte molto valide e completamente gratis, scaricabili dai relativi siti internet:

Partiamo dalla più completa

 

Linux Manjaro XFCE

manjaro-090p1-xfce

Una distribuzione con requisiti minimi da valutare in base al tipo di hardware che si ha a disposizione:

  • 1 GB di memoria RAM
  • 3 GB di spazio libero su Hard Disk
  • Processore almeno da 1 GHz
  • Scheda grafica ad alta definizione (non obbligatoriamente)
  • Connessione internet a banda larga

Questa distribuzione è davvero interessante, integra i principali codec, e non è particolarmente pesante per il sistema.

 

Linux Xubuntu

Xubuntu_13.04_English

Una distribuzione linux decisamente leggera e con requisiti minimi interessanti:

  • 512 Mb di RAM
  • 5 Gb di spazio libero su disco
  • Scheda grafica con risoluzione minima 800×600

 

Linux Lubuntu

Lubuntu_14.04_LTS_English

Una distribuzione linux ancora più leggera, ma che necessita (come Xubuntu) dell’installazione di codec a parte. I requisiti minimi richiesti per far girare il sistema in modo accettabile sono:

  • 128 Mb di RAM
  • Processore Intel Pentiun II
  • 5 Gb di spazio libero su HD
  • Non vengono indicate particolari risoluzioni minime per la scheda grafica

 

Linux Zorin Lite

Zorin-os-desktop

Una distribuzione linux “diversa”.. Indicata soprattutto per chi proviene dal mondo Windows. Ha infatti un’interfaccia grafica molto simile a windows 7 e la considero un buon compromesso tra leggerezza ed usabilità.

I requisiti minimi per la versione LXDE sono:

  • 128 Mb di RAM
  • Processore X86 a 256 MHz
  • 2 Gb di spazio libero sul disco
  • Scheda grafica con risoluzione minima di 640×480

 

Linux Wary Puppy

wary522-desktop-480px-256

Ritengo sia la distribuzione linux con interfaccia grafica più leggera che abbia mai provato, anche se “esteticamente” lascia un po’ a desiderare..

Consigliata per i computer veramente poco performanti… I requisiti minimi sono:

  • 64 Mb di memoria RAM
  • Processore Pentium I 100 Mhz
  • 1,5 Gb di spazio libero su disco

 

Dopo questa “carrellata” di sistemi Linux, vediamo di analizzare un’alternativa in ambiente Windows:

Spesso si tende a rimanere fedeli al vecchio ma ottimo sistema Windows XP.

Certo, una soluzione molto gettonata, ma con alcune limitazioni che in questo caso non sono da sottovalutare, soprattutto se utilizziamo il sistema come download station. Il supporto a Windows XP infatti, è cessato l’8 aprile 2014, abbandonando letteralmente gli utenti. Non saranno pertanto disponibili nemmeno gli aggiornamenti di sicurezza.

Inoltre, se consideriamo che, con il service pack 3, windows XP ha raggiunto una “fame di risorse” decisamente più alta rispetto al Service Pack 2, la scelta di questo sistema forse, non è la più indicata per il nostro scopo.

Oggi vi parlo di Windows Thin PCun sistema operativo basato su Windows 7 Service pack 1, ma pensato per girare su macchine meno potenti e con risorse hardware limitate.

750px-Windows_ThinPC

Davvero un ottimo sistema per chi è abituato ad utilizzare ambienti windows. E’ studiato per essere installato su Thin Client, ma gira perfettamente anche su computer datati, senza avere particolari esigenze hardware.

I requisiti minimi richiesti sono:

  • 512 Mb di RAM
  • Processore da 800 MHz
  • 16 Gb di spazio libero su disco
  • Risoluzione grafica di almeno 1024×768

In sostanza si tratta di una versione di Windows 7 con funzionalità ridotte. Non integra infatti tutto il pacchetto driver che devono quindi essere scaricati a parte in base all’hardware installato, e non ha la possibilità di attivare Windows Defender. Infatti nel caso il vostro computer sia collegato ad internet, è consigliabile installare un buon antivirus, possibilmente leggero. Tale versione è ancora pienamente supportata da microsoft e prevede quindi tutti gli aggiornamenti di sicurezza, installabili anche automaticamente se lo desiderate.

A mio avviso questo sistema è un’ottima soluzione per chi volesse rimanere in ambiente Windows! L’unico neo (se così si può definire) è che non è un sistema gratuito come linux, e va acquistato. E’ possibile scaricare dal sito ufficiale una versione di prova gratuita per 90 giorni.

 

SP-Favicon-FEED

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nuovi articoli pubblicati in questo sito?
Iscriviti al feed RSS da questo link: http://feeds.feedburner.com/SimonePanziera
o visita la mia pagina Facebook e clicca su "Mi piace": https://www.facebook.com/simonepanziera.it/
Condividi questo articolo:
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami via mail